Roma: Universita’ Mediterranea e Porto Delle Grazie di Roccella Ionica protagonisti Al World Engineering Forum 2017

E’ stato presentato in occasione del World Engineering Forum 2017 di Roma, il progetto che vede protagonista il Porto delle Grazie di Roccella Ionica (la cui società di gestione, la “Porto delle Grazie Srl”, è associata di Confindustria Reggio Calabria), per la produzione di energia elettrica pulita prodotta dalle onde del mare.

Progetto altamente innovativo realizzato dall’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria e condotto in stretta sinergia con il Comune di Roccella Ionica e la Regione Calabria che lo ha finanziato, e che pone l’infrastruttura portuale reggina all’avanguardia in ambito mondiale quale primo porto turistico a implementare un modello energetico di questo rilievo.

Tale risultato ha riscosso il plauso di Confindustria Reggio Calabria che proprio sul rilancio e la valorizzazione delle aziende e dei modelli imprenditoriali innovativi sta conducendo un preciso percorso a livello associativo, anche attraverso una presenza costante sul territorio provinciale, incontri e iniziative con gli imprenditori.

“Dopo la presentazione alla Columbia University di New York – ha spiegato Felice Arena, Direttore del NOEL (Natural Ocean Engineering Laboratory), professore ordinario di Costruzioni marittime presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria – la plenary lecture tenuta al World Engineering Forum 2017 consente di proseguire nel coinvolgimento della comunità scientifica internazionale intorno allo sviluppo della produzione di energia rinnovabile da moto ondoso. Questo percorso d’innovazione, partito dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria, necessita di una sempre viva collaborazione fra il territorio calabrese e le Università anche al fine di arrestare la preoccupante emorragia di studenti e di talenti. Quando questa collaborazione si esprime al meglio, si creano i presupposti per guardare al futuro e dunque a una ricerca più avanzata ed a un territorio più moderno”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Vittorio Zito, vicesindaco e assessore all’Ambiente del Comune di Roccella Ionica: “Come amministrazione siamo orgogliosi di questa lezione introduttiva che l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, nella persona del professor Felice Arena, ha tenuto dinanzi al Forum Mondiale dell’Ingegneria. Roccella sta diventando un paradigma dello sviluppo sostenibile e noi crediamo fortemente che le politiche ambientali e quelle di sviluppo possano e debbano andare di pari passo, seguendo la strada dell’innovazione e della ricerca. Su questa strada la Regione Calabria ha dimostrato di voler investire e di voler crescere e questa deve continuare ad essere un’assoluta priorità”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Giorgio Sotira, Amministratore unico della Porto delle Grazie S.r.l., che ha parlato di “segnale positivo che nasce da un progetto completamente italiano, più specificamente calabrese, e dimostra ciò che può esprimere la nostra terra. Sviluppo è fra le parole più abusate quando si parla della Calabria e anzi assume spesso i contorni di una parola vuota annegata negli annunci. Sviluppo è, invece, l’incrocio fra competenza, programmazione e capacità di essere squadra ed è proprio questo ciò che è avvenuto con riguardo al progetto presentato, nel quadro di una relazione virtuosa fra Università ed enti locali che ha ricevuto l’appoggio convinto di Confindustria e della Camera di Commercio”.

Print Friendly, PDF & Email

I commenti sono chiusi.