Reggio: La Stazione marittima di Reggio vittima della navigazione dell’Amministrazione Falcomatà

Riceviamo e Pubblichiamo_Quale visione di Città turistica persegua l’Amministrazione Falcomatà dopo oltre due anni di governo non si è ancora compreso.
L’approvazione del progetto, già annunciato alla cittadinanza dal Sindaco, che prevede un grande parcheggio di superficie al porto di Reggio e contestualmente l’abbattimento della stazione marittima e la cancellazione del raccordo ferroviario verso la stazione lido e la città, a quale logica appartiene? Non certamente turistica. Abolire un collegamento ferroviario diretto Porto-Aeroporto, significa posare l’ennesima pietra sopra le prospettive di rilancio delle politiche di trasporto urbano ed extraurbano (trasporto intermodale, utenza della città di Messina) che ruotano attorno ad infranstrutture strategiche (scali portuale e aeroportuale). Comè possibile che l’Amministrazione Falcomatà parli di sviluppo della città turistica con la realizzazione del fronte mare, di progetti relativi alla metropolitana di superficie e poi compia scelte progettuali riduttive e “suicide” (semplici parcheggi in luogo di importanti snodi di trasporto) che vanno nella direzione opposta e non tengono conto delle opportunità già tracciate dalle precedenti esperienze di governo della città.

F. D’Amato


I commenti sono chiusi.