Calabria: Disoccupazione + 4% rispetto il dato nazionale

imgo8AdWd

“L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”, o almeno cosi dovrebbe essere, ma i dati degli ultimi anni e le polemiche recenti dicono l’opposto. Secondo i dati Istat, pubblicati ieri, il dato percentuale nazionale si assesta al 9,2%, mentre in Calabria, sempre più fanalino di coda della nazione, il tasso si assesta al 13% cioè quattro punti percentuali in più rispetto al tasso generale. Secondo i tabulati forniti dalla Cisl regionale sarebbero 78 mila le persone in cerca di lavoro nella nostra regione, mentre 570 mila sarebbero gli occupati che rappresentano lo forza lavoro, a cui si aggiungerebbero circa 7200 precari la cui maggior parte sarebbe personale del LSU-LPu ancora alla ricerca di stabilizzazione dopo anni di precariato. A questi numeri vanno aggiunti i 15.500 lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali, 13 mila dei quali beneficiari degli interventi relativi ad accordi regionali e altri 2.500 inseriti in intese di carattere nazionale.


I commenti sono chiusi.