Reggio: Completata la messa in sicurezza del torrente Condorato ad Archi, sopralluogo sul torrente Malavenda

Sono state completate nella giornata di ieri le operazioni di pulizia del torrente Condorato nel quartiere di Archi, periferia nord della Città di Reggio Calabria.

A dare notizia dell’intervento, finanziato con i fondi della Città Metropolitana, è stato il sindaco Falcomatà che proprio ieri si è recato sul posto, a verificare di persona lo svolgersi delle operazioni, accompagnato dal vicesindaco della Città Metropolitana Riccardo Mauro, dall’Assessore all’ambiente Giovanni Muraca, dal consigliere comunale delegato al servizio idrico integrato Paolo Brunetti e dal tecnico del settore ambiente della Città Metropolitana Ingegnere Rocco Cagliostro.

«Seppur nelle difficoltà evidenziate dalla selvaggia urbanizzazione che la zona ha vissuto negli ultimi decenni, che ha determinato la strozzatura del letto della fiumara – ha commentato il sindaco al termine del sopralluogo – le operazioni di pulizia che hanno interessato il torrente Condorato negli ultimi giorni ci hanno consentito di mettere in sicurezza l’area, interessata negli ultimi anni da diversi episodi di esondazioni, anche a causa delle ostruzioni determinate dall’abbandono abusivo di inerti e di rifiuti ingombranti. Dentro il letto del torrente abbiamo rinvenuto davvero di tutto: da vecchi frigoriferi a sedie rotte. Una condizione indecente che rischiava di mettere in pericolo l’incolumità dei residenti, oltre che nuocere ai commercianti dei negozi presenti in quella zona, che abbiamo voluto incontrare, spesso allagati per via delle frequenti esondazioni del torrente».

Oltre al torrente Condorato, sempre nella giornata di ieri, il sindaco e gli altri rappresentanti della Città Metropolitana e del Comune hanno effettuato un sopralluogo nell’area del torrente Malavenda, per programmare futuri interventi di bonifica, ricordando che la Città Metropolitana ha programmato nei mesi scorsi e sta eseguendo il più ampio intervento di bonifica e messa in sicurezza del torrente Scaccioti, per un investimento complessivo di 2 milioni di euro, sempre nella zona di Archi.

Print Friendly, PDF & Email

I commenti sono chiusi.