Reggio: “Assistenza educativa disabili, ignoranza e indifferenza”

Dopo la nostra denuncia sull’assurdo teatrino dei fondi del diritto allo studio della Città Metropolitana di Reggio Calabria e il solerte intervento dell’Ass.Federica Roccisano,pensavamo che i Comuni Reggini e gli uffici Metropolitani,avrebbero sanato una situazione che reca e recherà danni agli alunni diversabili della Provincia Reggina.

Comprendiamo che gli sforzi programmatici,visto l’appena  conclusa stagione estiva era rivolta all’organizzazione di feste e balli di piazza ma ribadiamo che l’Assistenza Educativa agli alunni disabili nelle Scuole,diverse dagli Istituti Superiori,di Competenza delle Regioni e Città Metropolitane,è un OBBLIGO di legge in capo ai COMUNI(art 139 D.Lgsl n°112/98 .Cosi’ come stabilito da diverse sentenze e definitivamente sancito da sentenza Consiglio di Stao N°05194/2012 .01842/2012.

A diversi Comuni Reggini (Locri,Delianova) va dato atto di avere programmato e previsto detti interventi ma l’attenzione SUPERBA la ha dimostrato il Comune di Bagnara,che Comune dissestato, senza neanche aver effettuato il Piano al Diritto allo studio 2016/2017 con FONDI DI BILANCIO;variando spese inutili garantirà  un inizio di anno scolastico uguale per tutti!Nulla giustificazione puo’ essere tirata in ballo,perche’con nota SIAR del 31.07.2017 la Regione Calabria,dipartimento 10 prorogava al 30/11 /2017 i termini di rendicontazione e spesa.

Ma  d’altronde non e’ una novità la vicinanza della Regione Calabria a tappare le inadempienze degli Enti minori,visto che ancora sono da RENDICONTARE le somme inerenti gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016 basti pensare che nonostante i vari interventi sanatorie dell’Assesore Federica Roccisano(vedasi nota 195/2016) per esempio il Comune di Bovalino  rendicontava  i fondi assegnati nel 2015/2016 con nota prot 5087 del 27/04/2016 il 05/07/2017 con determinazione n°147  dopo che detti fondi erano stati anticipati dall’ Istituto Scolastico.

Tuti questi intoppi burocratici hanno determinato  ritardi e tante volte Assenza totale di un servizio essenziale,anche perche’ non si RIESCE A CAPIRE che non si puo’ sperare di ottemperare ad un DIRITTO ed a un atto di Civiltà nei confronti di minori disagiati,ASPETTANDO solamente il CONTRIBUTO della legge 27/85!Come Associazione Adda stiamo creando da anni CULTURA INCLUSIVA  e proprio per questo nella serata di ieri,in un incontro con l’Ass.Federica Roccisano abbiamo ribadito le nostre rimostranze e abbiamo richiesto,ancora una volta il suo intervento.La stessa ci ha ribadito che i FONDI 2016/2017 possono essere usati entro il 30/11/2017 .

Sta di fatto che son passati circa 2 mesi e iniziando tra 4 giorni l’anno scolastico per i ragazzi disabili delle Scuole secondarie di primo e secondo grado la campanella non suonerà’ per tutti e con tutte le figure necessario !

Non accettiamo che si possa fare cassa sulla pelle e sui diritti degli alunni disabili reggini,anche perche’ parliamo di circa 3 milioni € da destinare solo ed ESCLUSIVAMENTE a questi bisogni educativi.

Vito Crea-Presidente ADDA

Print Friendly, PDF & Email

I commenti sono chiusi.