Reggio: Antes Scuola e Sinatas “organico di fatto e gravi incongruenze”

È appena iniziata la fase finale della mobilità nazionale per i docenti, su organico di fatto, e già si riscontrano le prime difformità sulla piattaforma istanze on-line, come ha prontamente rilevato, già nella giornata di ieri, la Coordinatrice Provinciale dell’Antes Scuola FGU Gilda, Professoressa Antonella Macheda, coadiuvata dallo staff formato da Michele Mileto, Coordinatore provinciale Sinatas FGU Gilda, e da Luciana Capretti della Segreteria Sinatas, allertando subito gli organi di stampa locali, nazionali, di settore e non.
Dal numero dei figli che, nonostante sia specificato nelle caselle 19 e 20 e visibile nei dettagli della domanda, non compare nel PDF della stessa, così come non compaiono gli allegati importati, all’impossibilità di inserire, nella sezione E casella 14, il nome della scuola di precedente titolarità, arrecando un grave danno ai docenti perdenti posto e trasferiti d’ufficio.
Altro serio problema della domanda è portato proprio dal C.C.N.I. sulla mobilità che obbliga il docente ad esprimere obbligatoriamente tutte le sedi ricadenti nel proprio Comune di ricongiungimento, pena la nullità della domanda, prima di passare ad esprimere le preferenze di scuole ricadenti sotto Comuni diversi da quello di titolarità. Appare evidente come ciò possa penalizzare i docenti residenti in Comuni che contengono un numero di scuole pari o superiore alle 20 che è possibile scegliere. Se ciò lo associamo al fatto che non è possibile scegliere gli Ambiti Territoriali ma, solo per i movimenti interprovinciali, solo la Provincia appare palese che l’impossibilità del docente all’indicazione dell’Ambito costituisce una grave inadempienza all’osservanza di quanto dettato dal C.C.N.I.


I commenti sono chiusi.